25.10.09

Dalla tetta al piatto - parte 1

LaPulce ha attraversato - come raccontavo qui - varie tappe di allattamento fino a raggiungere, tra la fine del quarto e l'inizio del quinto mese un equilibrio ragionevole (per me e per lei).

In quello stesso periodo - però - la ragazza ha anche iniziato ad allungare le sue manozze verso le cose ... e in particolare quelle cose un po' colorate un po' profumate che la sua mamma e il suo papà sembravano mettere in bocca con tanto entusiasmo.


Silvietta, allora, ha
cercato timidamente di avanzare la prospettiva di "assaggi" di frutta o altro al controllo sanitario.
"Assolutamente no, fino al sesto mese il bambino rifiuta qualunque cosa sia diversa dal latte materno"

"Ehm, ecco, si, ho sentito, ma veramente allunga le mani, prende. ..."


"Non è possibile, lo avrà scambiato per un gioco, sicuramente non ha voglia di lasciare laTetta.
E poi se anche provasse a darle della frutta grattata, non avendo la bambina ancora sviluppato il meccanismo della deglutizione si sentirebbe soffocare e rifiuterebbe lo svezzamento per chissà quanto tempo. Probabilmente fino all'anno.
Bisogna aspettare che abbia compiuto sei mesi. Ci sentiamo quando manca una settimana ai sei mesi".


(...probabilmente Silvietta aveva ancora troppo poco pelo sullo stomaco per affrontare con dignità certi scambi di opinioni con il personale sanitario che si occupa di bambini).

Ora, parliamone.

Silvietta non ha mai pensato di aver sviluppato la telepatia con la gravidanza o il parto.
Nè Silvietta si è mai augurata di diventare una mamma che "lo sa" a priori (la famosa MammaSuperEgo di Rapè su Veremamme).
E d'altra parte, dopo decenni di studi si può dare ormai per scontata la capacità di Silvietta di leggere (e apprendere e anche magari condividere) le raccomandazioni dell'OMS in merito ad allattamento naturale e svezzamento.
Silvietta poi era (ed è) perfettamente cosciente del rischio di trasferire la propria stanchezza rispetto all'allattamento su un presunto desiderio di svezzamento delLa Pulce.
Però riteneva piuttosto improbabile che certi segnali potessero essere oggetto di fraintendimento
(avrei letto dopo quello che Serena ha sperimentato con Pollicino, peccato, perché mi avrebbe consolidata nella mia lettura dei segni).
E, diciamolo, forse avrebbe anche accettato di parlarne, se non fosse stata gelata da quel "Non è possibile" (ah, no?!?!).

Lo ripeto sempre, per me ogni scelta ha diritto di esistere, purchè si rispettino i bisogni e le esigenze di tutti coloro che ne sono interessati (ergo, Pulce compresa), ossia purché non diventi un asettico a-priori.

.... perchèpppperò....

La faccia delLa Pulce che addentava e rosicchiava un gioco qualunque era di un certo tipo.
Diciamo così. :-|


La faccia delLa Pulce che leccava la mela di Silvietta era più o meno così:
:-D
... seguita da sguardo luminoso verso mamma ("cielo, che roba!") altra leccata, altra faccia così :-D e via dicendo ...

Per tutto questo - e per una propria e sana intima convinzione che assaggiare cose nuove non avrebbe devastato il suo legame con LaPulce - dopo un discorso molto sensato con la pediatra delLaPulce, Silvietta (ai cinque mesi e mezzo delLaPulce) ha deciso che forse era il caso di provare.

E questo è stato il risultato del primo giorno di "novità".


... e ora picchiatemi per il mio Super Ego ;-)

28 commenti:

  1. Favolosa :)

    Io ho tenuto in grande considerazione i consigli della pediatra, quando ho fatto di testa mia :))

    Nel senso che se lei mi diceva '15 giorni di sola farina di riso', io facevo 3-4 giorni di farina di riso, e poi aggiungevo una verdura. Altri 3-4 giorni e introducevo un'altra cosa, ecc...

    Non sono mai stata sconsiderata, ma nemmeno rigida!

    Mi è rimasta molto impressa una frase di quella mamma che ha perso il figlio per un'ingessatura sbagliata (non so se ricordi questo fatto di cronaca terribile...), che un giorno disse:
    - I medici devono smetterla di pensare di conoscere i nostri figli meglio di noi, e devono iniziare ad ascoltarci.

    Io capisco che per una mamma-dotata-di-buon-senso, magari esistono due mamme-senza-buon-senso... ma mettendosi davvero in ascolto, non si riuscirebbe a ragionare caso per caso?

    RispondiElimina
  2. evvai Pulce sei una campionessa!!! e brava anche la mamma...

    RispondiElimina
  3. a proposito: mamma e papà di Castagna (ambedue medici, in pensione) dicono che il problema vero dei pazienti è che i medici non li stanno a sentire come facevano una volta.

    RispondiElimina
  4. ...i genitori sono i primi pediatri, quindi, non hai fatto bene anzi di più, e fanculo ai pediatri super mega ultra protettivi e premurosi io ho seguito l'istinto con la rana è va alla grande. Ciao.

    RispondiElimina
  5. No, no, no... sai benissimo che NON E' POSSIBILE!!! Deve essere un errore, non è posibile che abbia deglutito, che abbia mangiato, che abbia assaporato. Lo sanno tutti che questo può succedere soltanto la mattina dopo aver compiuto i sei mesi, non un minuto prima!!!! Perchè i bambini sono tutti IDENTICI, fanno tutti le stesse cose, nello stesso momento e con gli stessi ritmi!
    Accidenti, un pediatra talebano queste cose le sa!!! E adesso che si abbatta su di te l'anatema del rifiuto dello svezzamento fino al compimento dell'anno di età!!! (Tranquilla, l'incantesimos vanirà la mattina dopo aver compiuto un anno).

    Bona la mela Pulce??? E non sai il resto!!!

    RispondiElimina
  6. ho svezzato alberto a 3 mesi e mezzo...sono una mamma assolutamente degenere....
    Uli

    RispondiElimina
  7. Il mio pediatra allora è stato in controtendenza, al quarto mese e mezzo mi ha fatto dare la frutta omogenizzata: dovevate vedere che spettacolo, leccava anche le mani e tuttora ne va pazza (peccato che abbia 2 anni e 4 mesi, ma come non capirla, il primo amore non si dimentica mai!!!)

    RispondiElimina
  8. @ MammaFelice: "
    Io capisco che per una mamma-dotata-di-buon-senso, magari esistono due mamme-senza-buon-senso... ma mettendosi davvero in ascolto, non si riuscirebbe a ragionare caso per caso?"

    ecco, brava, esattamente questo. mannaggia, ma un po' di ascolto, o semplicmente guardare chi hai di fronte, no, eh? però mi piace confrontarmi con altre .."sconsiderate"...

    apresto, mammafelice!
    :)
    s.

    RispondiElimina
  9. @ Castagna: grazie :) e soprattutto grazie del punto di vista di due medici .. allora non è solo un pensiero mio, eh? ma non è che stiamo andando tutti troppo maledettamente di fretta??!

    RispondiElimina
  10. @ Marlene!!! che bello sentirti! ti prego, torna tra noi, mi manchi da morire!!! s.

    RispondiElimina
  11. @ Silvia GC: eccoti! come mi ci sarebbe voluta la tua ironia durante quei faticosi giorni!! ogni incontro sbagliato per me è stato una montagna da valicare.... per fortuna avevo i blog a farmi rinsavire che .. suvvia l'incantesimo del primo anno è un po' troppo!!!

    grazie, di cuore,s-

    RispondiElimina
  12. @ Uli: uh, già, degenere! ti ci vedo proprio :)

    RispondiElimina
  13. @Mammadicorsa: ma beato il pediatra controtendenza, forse aveva solo la tendenza di guardare tua figlia prima che il prontuario!!

    che manna tutte queste esperienze diverse, mi fanno bene al cuore :)

    grazie, s.

    RispondiElimina
  14. Eccomi qui, mamma di un bimbo in controtendenza, "lento" l'ha definito la pediatra, che bisogna "velocizzare un po'".
    Insomma, Magò (la pediatra) voleva che cominciassi a dare al Topolo i biberon di camomilla a 1 mese,la frutta omogeneizzata a 3 mesi, le prime pappe a 5.
    Il mio bimbo ha 6 mesi e le pappe non le vuole. Non è interessato. Non gli piacciono.
    Storce il naso, gira la testa, serra le labbra e, se insisto, piange disperato.
    Ma, naturalmente, è solo colpa mia: che non insisto, che non ci tengo, che somministro la tetta perchè "me l'hanno messo in testa le ostetriche dell'ospedale".
    Cara Silvietta, qui dove vivo la moda è questa.
    Che dici, cambio paese?!

    RispondiElimina
  15. eh, Madda, mi sembra un po' tardi visti i 4 anni di attesa... io non so darti in realtà consigli, salvo il fatto di provare ad essere sempre serenamente in attesa dei progressi di queste piccole persone, sia quando sono "veloci" nella loro curiosità, sia quando vogliono godersi il loro "tempo" .... oltre ovviamente ad essere serene nei confronti di noi stesse (a riguardo, quello che aveva scritto Serena,di cui trovi il link nel post, secondo me è veramente esemplificativo!)
    a presto, courage,
    s.

    RispondiElimina
  16. Amore, una mangiona deliziosa.
    Sai quanti pesnieri in meno? ;-)
    Io oggi, parlo di allattamento e in un certo qual modo sono post (lettere) collegati...

    Mamma Imperfetta, Mamma di due mangioni che si sono autostettati :-)

    RispondiElimina
  17. Proprio ieri sentivo dalla pediatre le altre mamme commentare sul fatto che la suddetta Dott.ssa propone lo svezzamento a 3/4 mesi con la frutta e la pappa lattea. Ora, considerando che Brioscina ha 2 mesi e mezzo, mi pare del tutto prematuro e tipico della "vecchia guardia" proporre uno svezzamento a 3 mesi!
    Detto questo, suppongo, al contrario, che l'età della Pulce sia ottimale, soprattutto alla luce del fatto che la cosa migliore è sempre saper "cogliere i segnali": niente in un essere umano è standardizzabile, e questo noi mamme lo abbiamo imparato bene con l'allattamento al seno! Quindi la cosa migliore che io credo tu abbia fatto in questo momento sia stata quella di "osservare" tua figlia e assecondare quello che ti sta comunicando...
    Brava, come al solito.
    (applauso)

    RispondiElimina
  18. Silvietta, questa è una dedica per te:
    http://melazenzero.blogspot.com/2009/10/spiga-di-spinaci-e-ricotta.html

    RispondiElimina
  19. @ Silvia MammaImperfetta: si, decisamente una mangiona, i ditozzi si vedono tutti, e andando avanti... ancora più golosa! ho visto il tuo bel post, ma avevo bisogno di un po' di training autogeno per rispondere... troppo presente ancora l'esperienza, ma ... ora arrivoooooo!!!

    ciao ciao s.

    RispondiElimina
  20. @ Ondaluna:
    grzie della dedica, è stupenda!

    per quanto riguarda LaPulce e l'andamento "ipertradizionalista" della tua pediatra, il grosso dato che ti manca è che laPulce è nata 10 gg dopo la data presunta del parto e quando ha iniziato a interessarsi al cibo era al 90° percentile di peso... ossia pesava quanto alcuni bambini a 1 anno!!!
    insomma.. le regole si, le nuove prescrizioni a favore del latte materno ancora meglio ma ... insomma, un minimo di tolleranza per le diversità tra un bambino e l'altro!

    ma so che mi capisci!! l'applauso è reciproco! forza,
    a presto, un abbraccio, s.

    RispondiElimina
  21. Ciao Silvietta, è la prima volta che ti commento. Il mio piccolo diavoletto di diciannove mesi quando ne aveva quattro si è decisamente lanciato sulla pesca che avevo in mano, succhiandola sonoramente e con una faccia deliziata. Da lì in poi non potevo tenerlo in braccio se stavo mangiando: ci si lanciava contro o dentro! Ho DOVUTO cominciare a svezzarlo a cinque mesi! Guarda: mangia assolutamente di tutto e da subito (a nove mesi mangiava gli spaghetti col pomodoro). Per quel che è la mia esperienza: continua così!
    Ciao Angela

    RispondiElimina
  22. la mia piccola ha quattro mesi scarsi...ma non penso abbia ancora capito cosa è il cibo...e spero che per un po' non lo capisca ancora perchè vorrei staccarla dalla tetta il più tardi possibile, magari durante le vacanze di natale! spero che la mia piccola sia campionessa come la tua nello svuotare i piatti!

    RispondiElimina
  23. Semplicemente, bravissima! grazie per la tua visita, mi ha fatto molto piacere sapere di esserti stata utile

    RispondiElimina
  24. @ Angela C2: ciao! bello sentirti! mi sembra che abbiamo vissuto proprio la stessa esperienza di approccio al cibo dei pupetti, lo chiamerei "autosvezzamento"! ora provo a vedere che succede con gli spaghetti e ti dico,
    grazie dell'incoraggiamento!

    a presto, s.

    RispondiElimina
  25. @igi, grazie del passaggio: non ti preoccupare, come vedi anche da quello che scrive Angela sono loro a farti capire le cose.. noi inseguiamo!

    a presto, grazie del passaggio s.

    RispondiElimina
  26. @laura.ddd grazie a te! per tutto, anche dei complimenti ;-)
    s.

    RispondiElimina
  27. Io dico sempre che non c'è miglior regola senza un minimo di elasticità.
    I pediatri sono troppo troppo attaccati allo scadere preciso del periodo di età del bambino.
    Io dico se il bambino sta bene perchè non iniziare con un piccolo assaggio del nuovo alimento (mantenendo sempre la gradualità per abituare l'apparato digerente).In fondo sfido qualsiasi madre a provocare dei malesseri al proprio figlio che è come ti fanno sentire certi pediatri quando ti guardano scandalizzati per l'eresia di aver proposto una novità...
    N on siamo pazze alchimiste che vogliono sperimentare a descapito dei nostri figli.
    E in fondo molte mamme che sono andate controtendenza hanno dimostrato l'esatto contrario della teoria.
    Poi per carità ci sono bambini che non hanno curiosità alimentare e puoi proporgli qualsiasi cosa senza che l'accettino anche superati i sette mesi e oltre...
    Ti faccio un esempio Al mio bambino aggiungevo nel biberon un cucchiaino di mais e tapioca a pasti alterni per aiutarlo nell'evacuazione. Lo consigliai ad un altra mamma che non volle "sgarrare" minimamente alle "prescrizioni" pediatriche neppure se questo poteva portare a uno stabilizzarsi delle difficoltà a fare la cacca del bimbo....
    La mia non era una sperimentazione. Sapevo che potevo farlo mi documentai anche se il bimbo era piccolissimo.
    Non lo dissi alla mia pediatra non avrebbe capito e mi avrebbe guardato con la faccia di cui sopre ma in cuor mio sapevo che non stavo facendo nulla di male, anzi.
    E così per tante altre cose dello svezzamento.
    Facevo i miei passetti poi andavo dalla pediatra e quando lei mi consigliava la mela grattuggiata il mio bambino era già un mese che la mangiava...
    Anche perchè svezzarlo un po' non vuol dire mica togliergli la tetta per sempre eh? Ci sono bambini di un anno che fanno pasti completi ma non per questo rinunciano alla tetta...
    quindi senza nulla togliere al lavoro dei pediatri applichiamo un attimo di elasticità alle ferree regole.
    Hai fatto benissimo

    RispondiElimina
  28. @Beba. grazie della tua testimonianza, mi piace il piglio e la lucidità con cui hai intrappreso l'avventura dello svezzamento cn il tuo bimbo!

    a presto, grazie. s.

    RispondiElimina

I tuoi commenti sono molto importanti per me, grazie per quello che scriverai!

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails