16.6.11

pensare o fare? due righe, il resto è su Genitori Crescono

Non pensare, è il rimprovero più ovvio che sale sulle labbra di chiunque mi osservi per un po’ e tema che dietro i miei impianti razionali si nasconda l’impossibilità di sentire o un’insensibilità emotiva.
Non pensare, è, però, per il mio sentire, uno spazio di scarsa attenzione nei confronti dei miei figli, che non ritengo giusto concedermi.

Pensate che esageri?
il resto.. lo trovate qui (dove potete lasciare i vostri commenti!)

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails